Organizzazione

Organizzazione matrimonio: 10 consigli fai da te

Ago 01, 2015 SposarsiaNapoli

Organizzare un matrimonio a Napoli, facendo tutto da soli, è possibile, ma è un impegno molto grande da portare a termine senza l’ausilio di un aiuto esterno. Molte persone decidono di organizzare il matrimonio civile a Napoli, o quello religioso, senza appellarsi all’aiuto di una figura professionale come un wedding planner.

Per non rischiare di impazzire, tra la scelta del vestito e della location per il ricevimento, è utile seguire qualche piccolo consiglio per un matrimonio e un’organizzazione impeccabili.

  1. Il dialogo tra gli sposi è essenziale. Occorre discutere di ogni punto per non rischiare di creare tensioni durante l’organizzazione e risparmiare, così, molto tempo.
  2. Darsi un tema può essere un metodo ottimo per sapere già come muoversi per il vestito, la location delle nozze, gli inviti, le bomboniere e le decorazioni. Che gli sposi vogliano organizzare un matrimonio a Napoli classico e tradizionale o chic e minimalista, è un ottimo punto di partenza per decidere i passi successivi.
  3. Prefissarsi un budget. Il budget comprenderà tutti i costi, dal fotografo all’auto a noleggio, garantendo al matrimonio un’organizzazione indirizzata verso le più convenienti scelte economiche.
  4. Pianificare. Tutto andrebbe pianificato, di comune accordo, seguendo una scaletta del tipo: Quando? Cosa? Chi? Dove?, le cui risposte risolveranno già molti dei problemi che spesso sorgono nell’organizzare un matrimonio a Napoli.
  5. L’agenda. Comprare un’agenda da dedicare esclusivamente al matrimonio, consentirà ai futuri sposi di pianificare e appuntare tutte le date per prove di abiti o del menù del ricevimento e avere, così, tutto a portata di mano in un unico posto.
  6. Le liste di cose da fare sono un altro trucco intelligente da poter adottare per sia organizzare il matrimonio civile a Napoli, che quello religioso. All’inizio della pianificazione sarà sufficiente scriversi le cose che si devono per forza di cose fare (come scegliere le fedi) che andranno cancellate man mano che saranno state portate a termine.
  7. La lista degli invitati. Tenere sempre a portata di mano un taccuino, nel quale scrivere i nomi degli invitati che potrebbero venire in mente allo sposo o alla sposa in qualsiasi momento, è una strategia per non dimenticare nessuno.
  8. Creatività. Sfruttando la creatività dello sposo e della sposa, sarà possibile prendere elementi molto semplici, come gli addobbi floreali, e renderli unici con un tocco di originalità.
  9. Il giorno delle nozze. Al di là della data, valutare i giorni della settimana migliori per sé e per i propri invitati, in modo da organizzare la cerimonia e permettere a tutti di parteciparvi, è molto importante. Inoltre, i matrimoni infrasettimanali (Né di Venere e né di Marte ci si sposa o si parte, ricordatelo sempre!) hanno generalmente un costo inferiore rispetto a quelli nei week end. 
  10. Chiedere aiuto per organizzare il matrimonio a Napoli, nel caso in cui ci si rendesse conto della quantità spropositata di cose da fare e del poco tempo a propria disposizione.